Come migliorare la visibilità su Amazon

Amazon è uno dei marketplace digitali più efficaci, una piattaforma attraverso cui ogni anno milioni di soggetti vendono i loro prodotti, che ha raggiunto la complessità di un motore di ricerca; spesso infatti una ricerca su Amazon è il primo punto di partenza per gli utenti decisi a comprare prodotti online.

Come migliorare la visibilità su Amazon? Come è possibile fare “emergere” il proprio prodotto fra tutte le proposte dei competitor? 

Proprio come su Google, esiste una SEO, ossia una serie di ottimizzazioni mirate a migliorare la posizione delle nostre inserzioni all’interno dei risultati di ricerca di Amazon. Prima di partire però con l’analisi dei fattori di ranking, va definita una chiara differenza di obiettivi fra Amazon e Google: l’algoritmo di Google punta sempre a migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, fornendo siti con informazioni chiari e coerenti alle ricerche dell’utente, Amazon invece ha un’unico obiettivo, aumentare le conversioni e gli acquisti sulla piattaforma. Tutte le scelte di design e i criteri utilizzati da Amazon vanno quindi in quella direzione, aumentare il tasso di conversione delle schede prodotto presenti sul sito, così da aumentare le entrate della piattforma.

 

 


Migliorare la visibilità su Amazon: come funziona l’algoritmo A9

 

A9 è l’algoritmo che analizza i dati forniti dagli inserzionisti, li elabora e li associa di volta in volta alle ricerche degli utenti. Quando un utente cerca un prodotto, Amazon può restituire due tipologie di schermate di risultati, una in cui i prodotti sono disposti per lista e una in cui vengono inseriti all’interno di una griglia; come in altri motori di ricerca è possibile trovare risultati organici e risultati sponsorizzati.

 

migliorare la visibilità su amazon

 

 

migliorare la visibilità su amazon

 

 

Amazon SEO: quali sono i fattori di ranking principali?
 
 

Acquisita una conoscenza del sistema su cui si va a lavorare, va eseguita una dettagliata keyword research, così da identificare parole chiave broad e long tail. Individuare correttamente le parole chiave più attinenti per i prodotti proposti aiuta l’algoritmo di Amazon a indicizzare l’inserzione nella maniera più efficace. Conclusa questa fase si può procedere con le ottimizzazioni “on site”, che su Amazon si traduce nel fornire al sistema una serie di dati completi e strutturati che andranno a popolare le schede prodotto.

Gli aspetti su cui andare a concentrarsi sono:

 

 

Fornire dati completi, una serie di immagini che mettono in evidenza il prodotto, e chiarire tempi e modalità di spedizioni è un’operazione che offre vantaggi sia a livello di piattaforma, migliorando il ranking delle inserzioni, sia a livello di esperienza utente, che sarà così invogliato a completare l’acquisto online.

Fondamentale è anche l’attenzione alle recensioni degli utenti, soprattutto nell’eventualità di un feedback negativo. Dimostrarsi disponibili e aperti al dialogo rassicurerà utenti di passaggio e potenziali clienti aumentando indirettamente le conversioni delle vostre inserzioni.

 

 

Un’immagine vale più di 1000 parole

  

La SEO su Amazon è un mondo da esplorare, pieno di dettagli che continueremo ad approfondire nei prossimi articoli. Ecco uno schema riassuntivo, creato dagli analisti di Sellics. Alla prossima!

Schermata 2016-12-16 alle 17.59.45

Altri Articoli

Newsletter

Non perderti più nulla. Iscriviti alla newsletter!

Vedi tutti