Whatsapp: 7 segreti per evitare il ban

Prima di iniziare con i consigli vorrei farvi una piccola premessa: 

i creatori di whatsapp vogliono che le chat restino un’esperienza personale e che la loro app non venga utilizzata per fare SPAM. Quindi per limitare quanto più possibile il BAN del numero bisogna rispettare delle regole e delle procedure fondamentali.

 

Vediamo insieme alcuni consigli:

 

01: Utilizzare un numero telefonico dedicato a whatsapp marketing

Il nostro consiglio è quello di utilizzare un numero telefonico dedicato a whatsapp marketing. Come ben saprai se installi l’app business di whatsapp potrai anche utilizzare e associare un numero fisso, che potrebbe essere anche un voip. 

 

Perché utilizzare un numero telefonico dedicato soltanto a whatsapp marketing e non il numero personale? 

Per due motivi:

  1. Personalizzazione aziendale dell’account: potrai inserire il logo, il nome e la descrizione aziendale;
  2. Nel caso ci dovesse essere un BAN da parte di whatsapp, non andrai a perdere il numero personale con il quale comunichi con i tuoi amici e parenti. 

 

02: Utilizza la versione business di whatsapp 

Utilizza whatsapp business (disponibile per android e per i dispositivi ios) sicuramente questa versione, essendo nata proprio per aziende, local business e partite iva avrà permessi in più, anche se whatsapp non ha mai dato linee guida su come ragiona l’algoritmo, sappiamo soltanto che è contro spam quindi è pro-cliente quindi destinatario, utilizzatore. 

 

03: Inviare i messaggi a contatti con i quali è hai già avuto una chat 

Un altro consiglio è quello di inviare i messaggi ai contatti con i quali hai già avuto una chat, perché se vai ad inviare dei messaggi a più persone (anche se ti hanno dato il consenso privacy) con le quali non ha mai avuto una chat sicuramente dopo un tot di invii whatsapp andrà a bannare il tuo numero. 

Quello che consigliamo è di creare una lista follow up, quindi targettizzare con le liste follow up di Whats Responder. Dopo aver creato le liste utilizzeremo il widget di Whats Responder, e facendo una campagna sms la persona destinatario dovrà cliccare su un link che permetterà di inviare un messaggio con la parola di iscrizione alla lista. Quindi il primo messaggio della chat risulterà del cliente il quale sarà iscritto in automatico alla tua lista. In questo modo poi potrete ricontattarlo con molta più tranquillità perché c’è stata già una chat tra voi e la persona con la quale trattate. 

 

04: La frequenza di invio whatsapp 

Consigliamo di limitare i messaggi a uno/due a settimana, in quanto la notifica di whatsapp se arriva ogni giorno e non hai davvero contenuti importantissimi da offrire risulta fastidioso e invasiva. Quindi il consiglio è quello di inviare pochi messaggi con un contenuto interessate così da evitare che le persone ti segnalano.

Devi pensare che non è come utilizzare le mail, il tasso di apertura delle mail è molto basso e l’impatto con cliente è poco invasivo. Le persone che ricevono una mail molto spesso nemmeno controllano giornalmente la loro casella di posta elettronica quindi non è fastidioso.  

 

05: Possibilità ai destinatari dei messaggi di scegliere se disiscriversi. Un utente scontentento ti segnala e non acquista.

Il nostro consiglio è di dare la possibilità attraverso la parola cancellami di eliminarsi dalle liste e quindi di non ricevere più i vostri messaggi.
Un altro consiglio se non in tutti i messaggi almeno ogni due messaggi di scrive alla fine del messaggio “se non vuoi per ricevere le nostre comunicazioni scrivi la parola cancellami”  in questo modo non riceveranno le successive comunicazioni mediante le liste follow up.

Perché è importante scrivere questo? 

Perché un utente scontento o ti segnala come spam oppure ti blocca quindi per l’algoritmo di whatsapp tu stai facendo una cosa che non piace ai destinatari e potrebbe portare al ban. Inoltre se una persona è scontenta non acquisterà i vostri prodotti e servizi, quindi è inutile avere queste persone nelle vostre liste 

 

06: Dividi gli invii in diverse ore del giorno o in più giorni (potresti creare più liste di follow-up)

Un altro consiglio è di dividere gli invii in diverse ore del giorno o in più giorni creando in questo modo più liste di follow up, perché più dividi gli invii minore sarà il numero di inviti fatti contemporaneamente, minore quindi la possibilità da parte di whatsapp di essere bannato.

Il consiglio è quello di scegliere più orari della giornata ad esempio se dobbiamo inviare 600 messaggi, li andremo a dividere 200 messaggi la mattina, 200 del pomeriggio e 200 la sera oppure se non all’urgenza di inviarli tutti lo stesso giorno, li andremo a dividere per giorni, così da ridurre il numero di inviti fatti contemporaneamente e abbassare il rischio di essere bannati da whatsapp 

 

07: Dai valore e non fare spam

L’ultimo consiglio è dare un valore ad ogni messaggio e non fare spam, questo vuol dire che se non sai cosa comunicare ai tuoi clienti non inviare comunicazioni, se devi inviare una comunicazione su whatsapp deve essere qualcosa di utile di valore, che può essere un reminder, un’offerta, un coupon o qualcosa che loro siano felice di ricevere. In questo modo eviterai sicuramente di essere bloccato o comunque segnalato del destinatario.

Altri Articoli

Newsletter

Non perderti più nulla. Iscriviti alla newsletter!