I 6 tipi di E-commerce manager

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Gli e-commerce manager possono essere suddivisi in diverse categorie in base alle loro responsabilità principali, competenze e obiettivi specifici.

Ecco alcune categorie comuni in cui è possibile raggruparli:

  1. Strategici:
    • e-commerce Strategist: Si occupano di sviluppare la strategia generale dell’e-commerce, definendo obiettivi, target di mercato e piani di crescita a lungo termine.
    • Business Development Manager: Concentrano i loro sforzi sulla ricerca di nuove opportunità di mercato e partnership per espandere l’azienda online.
  2. Operativi:
    • e-commerce Operations Manager: Gestiscono le attività quotidiane dell’e-commerce, comprese la gestione delle scorte, la logistica e la customer service.
    • Merchandising Manager: Si occupano della presentazione e della disposizione dei prodotti sul sito web per massimizzare le vendite e l’esperienza dell’utente.
    • Content Manager: Supervisionano la creazione di contenuti, come descrizioni dei prodotti, immagini e video, per migliorare la presentazione online dei prodotti.
    • Data Analyst: Utilizzano dati e analisi per monitorare le prestazioni dell’e-commerce, identificare trend e opportunità e prendere decisioni basate sui dati.
  3. Marketing e Acquisizione di Clienti:
    • Digital Marketing Manager: Pianificano e gestiscono le campagne di marketing online, comprese la pubblicità pay-per-click, il content marketing e le strategie social media.
    • SEO Manager: Si concentrano sulla visibilità organica del sito web sui motori di ricerca, ottimizzando il posizionamento e il traffico organico.
    • CRM Manager: Gestiscono il rapporto con i clienti online, inclusi programmi di fidelizzazione, email marketing e gestione delle recensioni.
    • Acquisition Manager: Si occupano di strategie per acquisire nuovi clienti, utilizzando strumenti come il marketing influencer o le partnership strategiche.
  4. Tecnologici:
    • IT Manager: Supervisionano lo sviluppo e la manutenzione del sito web e-commerce e gestiscono le integrazioni dei sistemi.
    • UX/UI Designer: Progettano l’esperienza dell’utente e l’interfaccia del sito web per migliorare la facilità d’uso e la conversione.
    • Data Scientist: Utilizzano l’analisi avanzata dei dati per guidare le decisioni e migliorare l’efficienza del sito.
  5. Customer Experience:
    • Customer Experience Manager: Si concentrano sulla soddisfazione del cliente, gestendo le interazioni e risolvendo i problemi degli acquirenti online.
  6. Finanziari e Analitici:
    • Financial Manager: Supervisionano il bilancio e le finanze dell’azienda e-commerce, gestendo la redditività e il budget.
    • Analytics Manager: Utilizzano dati e metriche per misurare le prestazioni e prendere decisioni informate.

Queste categorie sono flessibili e possono variare a seconda delle dimensioni e delle esigenze specifiche dell’azienda e-commerce. Spesso, un e-commerce manager può ricoprire diverse di queste funzioni o lavorare in una squadra multidisciplinare.

Ti sei mai chiesto che tipo di e-commerce manager tu sia? 

Le competenze e le aree di azione di un ecommerce manager variano molto e lo dimostrano anche i percorsi che le persone fanno per arrivare a ricoprire questa posizione.

Lavoriamo da anni fianco a fianco agli ecommerce manager delle aziende e abbiamo avuto modo di osservarne gli approcci per capire in che modo poter offrire il massimo del valore che un’agenzia può fornire.

Una cosa è certa, lavorare con le agenzie è fondamentale per un ecommerce manager. Trovare l’agenzia giusta fa un’enorme differenza per raggiungere i risultati e lavorare serenamente. 

Crediamo che capire quale o quali agenzie coinvolgere passi da una conoscenza del tipo di ecommerce manager che tu sia (e di come sia costituito il tuo team). 

Per questo abbiamo creato un quiz per aiutarti a capire che ecommerce manager tu sia!

Come si gestisce un team orientanto al customer journey e all’omnichannel? Che ruolo gioca l’e-commerce manager?

La gestione di un team orientato al customer journey e all’omnichannel richiede una strategia ben pianificata e un coordinamento efficace tra i membri del team. L’eCommerce manager svolge un ruolo cruciale in questo processo, poiché è responsabile della gestione del negozio online e dell’esperienza del cliente online. Ecco come si può gestire un team orientato a questi obiettivi e il ruolo dell’eCommerce manager in questo contesto:

  1. Definizione del Team e delle Competenze Necessarie:
    • Identificare i membri del team necessari per gestire con successo il customer journey e l’omnichannel. Questo potrebbe includere esperti in eCommerce, analisi dei dati, marketing digitale, servizio clienti, sviluppo web, logistica e altre competenze chiave.
    • Assicurarsi che ciascun membro del team abbia una chiara comprensione del proprio ruolo e delle responsabilità.
  2. Definizione delle Fasi del Customer Journey:
    • Analizzare il customer journey per identificare le fasi attraverso cui passa un cliente, dall’identificazione del bisogno all’acquisto e al supporto post-vendita.
    • Assicurarsi che il team abbia una comprensione approfondita di ciascuna fase del customer journey e dei punti critici in cui è necessario intervenire per migliorare l’esperienza del cliente.
  3. Creazione di un’Omni-Strategia:
    • Sviluppare una strategia omnichannel che consenta ai clienti di interagire in modo coerente con il marchio su più canali, come negozio online, negozi fisici, social media, app e altri.
    • Collaborare con il team per garantire un’esperienza omnicomprensiva e uniforme su tutti i canali.
  4. Analisi dei Dati:
    • Raccogliere e analizzare dati relativi al comportamento dei clienti su tutti i canali, utilizzando metriche chiave come tassi di conversione, tassi di abbandono del carrello e altre metriche pertinenti.
    • Utilizzare i dati per identificare opportunità di miglioramento del customer journey e dell’esperienza omnichannel.
  5. Collaborazione Tra Dipartimenti:
    • Promuovere la collaborazione tra i diversi dipartimenti dell’azienda, tra cui marketing, vendite, servizio clienti, logistica e IT, per garantire una comunicazione coesa e un’esperienza senza soluzione di continuità per i clienti.
  6. Tecnologia e Strumenti:
    • Implementare le tecnologie e gli strumenti necessari per gestire un’esperienza omnichannel efficace, tra cui piattaforme di eCommerce, sistemi CRM (Customer Relationship Management), strumenti di analisi dei dati e software di automazione del marketing.
  7. Formazione e Sviluppo del Team:
    • Investire nella formazione e nello sviluppo del team per garantire che i membri acquisiscano le competenze necessarie per gestire con successo il customer journey e l’omnichannel.
    • Mantenere il team informato sulle ultime tendenze e best practice del settore.
  8. Monitoraggio e Ottimizzazione Continua:
    • Monitorare costantemente le prestazioni del customer journey e dell’esperienza omnichannel e apportare miglioramenti in base ai feedback dei clienti e ai dati raccolti.
    • L’eCommerce manager svolge un ruolo centrale nel monitorare e ottimizzare l’esperienza del cliente online, assicurandosi che il negozio online offra una navigazione fluida, una presentazione efficace dei prodotti e un processo di acquisto senza intoppi.

L’eCommerce manager gioca un ruolo chiave in questa strategia, poiché è responsabile della gestione e dell’ottimizzazione dell’esperienza del cliente online, che è spesso il punto di contatto più frequente tra l’azienda e il cliente. L’eCommerce manager dovrebbe lavorare in collaborazione con altri membri del team per garantire un’esperienza omnichannel coerente e di alta qualità che soddisfi le aspettative dei clienti in tutte le fasi del customer journey.

È meglio assumere un e-commerce manager o delegare tutto a un’agenzia? Cosa ha senso tenere in casa e cosa ha senso delegare esternamente?

La decisione tra assumere un eCommerce manager in casa o affidarsi a un’agenzia dipende da vari fattori, tra cui le dimensioni dell’azienda, le risorse disponibili, gli obiettivi e le esigenze specifiche dell’azienda. Ecco alcune considerazioni su quando ha senso tenere in casa un eCommerce manager e quando potrebbe essere vantaggioso delegare esternamente:

Assumere un eCommerce Manager in Casa:

  1. Controllo e Dedicazione: Assumendo un eCommerce manager interno, l’azienda avrà maggiore controllo sulle strategie, le operazioni e la gestione dell’eCommerce. L’eCommerce manager dedicato può concentrarsi esclusivamente sull’azienda e sul suo successo online.
  2. Conoscenza Interna: L’eCommerce manager conoscerà meglio l’azienda, il suo marchio e i suoi valori, il che può essere cruciale per la creazione di una strategia eCommerce coesa e autentica.
  3. Scalabilità a Lungo Termine: Con l’aumentare delle dimensioni dell’azienda e dell’attività eCommerce, potrebbe diventare più vantaggioso mantenere un eCommerce manager interno che possa adattare la strategia alle esigenze in continua evoluzione.
  4. Controllo dei Costi: Se l’eCommerce è una parte fondamentale del business, avere un eCommerce manager interno può essere più economico a lungo termine rispetto al pagamento di commissioni a un’agenzia esterna.

Delegare a un’Agenzia:

  1. Specializzazione e Expertise: Le agenzie di marketing e eCommerce spesso hanno team di specialisti con esperienza in diverse aree, come SEO, pubblicità online, e-mail marketing e sviluppo web. Questa expertise può portare a risultati più rapidi ed efficaci.
  2. Risorse Flessibili: Le agenzie possono adattare rapidamente le risorse e le strategie in base alle esigenze dell’azienda. Questo è particolarmente vantaggioso per le aziende con fluttuazioni stagionali o progetti specifici.
  3. Accesso a Tecnologie e Strumenti: Le agenzie possono avere accesso a strumenti e tecnologie avanzate che possono essere costosi da acquisire e gestire internamente.
  4. Riduzione del Carico di Lavoro Interno: Affidarsi a un’agenzia può ridurre il carico di lavoro interno, consentendo al team aziendale di concentrarsi su altre priorità.
  5. Agilità: Le agenzie possono tenere il passo con le tendenze in continua evoluzione e apportare rapidamente modifiche alla strategia per adattarsi al cambiamento del mercato.

Come cambiano questi equilibri con la crescita dell’ecommerce?

I cambiamenti nell’equilibrio tra mantenere in casa un eCommerce manager o delegare esternamente possono verificarsi con la crescita dell’azienda e dell’attività eCommerce:

  • Fase Iniziale: Nelle prime fasi, molte aziende iniziano con un eCommerce manager interno o un piccolo team per sviluppare il negozio online e testare il mercato.
  • Crescita Intermedia: Con la crescita dell’attività eCommerce, potrebbe diventare necessario ampliare le risorse e l’expertise. In questo punto, alcune aziende scelgono di affidarsi a un’agenzia per ottenere competenze specializzate.
  • Fase di Espansione: Quando l’azienda si espande ulteriormente, potrebbe diventare vantaggioso mantenere in casa un eCommerce manager di livello senior per guidare una strategia eCommerce complessa e su larga scala.

La decisione finale dipenderà dall’analisi delle esigenze e delle risorse dell’azienda in ogni fase. Alcune aziende optano anche per una combinazione di entrambi, mantenendo un eCommerce manager interno e delegando alcune attività specifiche a un’agenzia esterna per sfruttare al meglio le competenze e le risorse disponibili.