Cos’è lo UX design? 3 risposte e 1 INFOGRAFICA

Cos’è lo UX design? Per capirlo fai un passo indietro, a quando eri piccolo e andavi in bicicletta.

UX design = tu e la bicicletta

C’era la bicicletta con le ruote molli e il manubrio che si storceva all’indietro, la Graziella della sorella con il seggiolino scomodo, la bicicletta con i pedali rotanti, quella con la catena depressa (sempre giù).

 

cos-e-lo-ux-design

 

Tu sei lo user, la tua bicicletta è il prodotto, la tua user experience è come ti senti a guidare la bicicletta. Un esperto di UX ha il compito di rendere il tuo andare in bicicletta una cosa fantastica e senza problemi. 

Applica il principio della bicicletta agli ambienti web e hai lo UX design. Per capirlo ancora meglio confrontalo con il web design, che sicuramente conosci (e se non lo conosci, chiedi a Bryan). Te lo fa capire quest’infografica realizzata da Scorch Agency, utile perché rende mette a confronto UX design e web design in modo chiaro e immediato, attraverso la quotidianità di UX e web designer. 

 

UX Designers vs Web Designers

 

 

 

UX vs Web design 1: filosofia VS creatività

Lo UX designer è più filosofico e ragiona come le persone interagiscono con gli ambienti web; il web designer è un creativo e trova le soluzioni più adatte al creare ambienti web belli, emozionanti e utili.

Quindi: lo UX designer guarda chi pedala, il web designer guarda la bicicletta.

 

UX vs Web design 2: contesto VS contenuto

Lo UX designer deve conoscere il contesto, l’ambiente di utilizzo e in che modo il contenuto vi si inserisce; il web designer invece guarda il contenuto e lo organizza in modo che per l’utente sia facile trovare l’informazione o compiere l’azione.

 

UX vs Web design 3: wireframe VS photoshop

Lo UX designer si occupa ogni giorno di wireframe, information architecture e mappa del sito, mentre il web designer usa Photoshop e Illustrator e cura il layout della pagina.

 

Ti sembra che stiamo semplificando? Un po’ hai ragione: e in realtà UX designer e Web designer si sovrappongono.

Questo accade già ora e accadrà sempre più nel futuro del mobile web, dove ci sono sempre meno pagine web, con quell’immaginaria linea che contiene un pezzo di sito con i suoi contenuti testuali e di immagini, e sempre più ambienti e percorsi.

Insomma, che uno si occupi della bicicletta o dell’omino che ci pedala sopra, la pedalata è una sola.

 

Altri Articoli

Newsletter

Non perderti più nulla. Iscriviti alla newsletter!

Vedi tutti