Smart promotion
#IceBucketChallenge: la Sla si combatte sul filo dei social media

A meno che negli ultimi giorni non abbiate vissuto in un rifugio antiatomico, senza internet, contatti col mondo esterno o accesso a qualsiasi mezzo di informazione avrete sicuramente sentito parlare di Ice Bucket Challenge, la campagna di sensibilizzazione promossa dall’ Associazione SLA con la missione di acquisire donazioni utili alla ricerca ma soprattutto col fine di informare le persone su questa malattia. Ice Bucket Challenge diventata ormai virale per una buona causa, con 2.4 milioni di video condivisi su Facebook e oltre 28 milioni di persone coinvolte. Ma cos’è l’Ice Bucket Challenge? Consiste nello sfidare attraverso una nomination fino a 3 persone che entro 24 ore dovranno rispondere alla sfida svuotandosi addosso un secchio di acqua gelata con cubetti di ghiaccio e contestualmente versare 100 dollari. Il concetto è molto semplice: fatti una doccia ghiacciata e dona! Mark Zuckerberg, Bill Gates, Taylor Swift, Niall Horan, John Travolta, Lady Gaga e molte altre le celebrità che sono state nominate ed hanno accettato la sfida. Conti alla mano, comunque, l’Alsa ha ricevuto 22.9 milioni di dollari in donazioni rispetto a 1.9 milioni raccolti durante lo stesso periodo nel 2013, con 453.210 nuovi donatori. In 4 giorni (dal 15 al 19 agosto – picco del fenomeno ice bucket) ha ricevuto più di 10 milioni di dollari in donazioni. Un nuovo modo per far del bene e divertirsi! Guarda il video dell’Ice Bucket Challenge:   httpv://www.youtube.com/watch?v=9WUVSXRxBYM    


Articolo a cura di Claudio Ferrara